Gay al voto!

Coming soon

I miei video
Top posts
Sostengo
Tribute
venerdì, marzo 28, 2008
Sosteniamo Grillini sindaco

Etichette: , ,

posted by Andreas Martini @ 6:28 PM   0 comments
giovedì, marzo 27, 2008
Io sono qui

Due anni fa feci lo stesso "test" e risultai perfettamente coincidente con il partito che avevo già in mente di votare e che ho votato, la Rosa nel Pugno.
Il test di quest'anno conferma che le convinzioni con cui vado a votare sono condivise quasi totalmente dal partito che voterò: il Partito Socialista. E Sono condivise quasi totalmente anche da altri due partiti: l'Italia dei Valori ed il Partito Democratico.
Questa equidistanza non mi spaventa. Conferma semplicemente una cosa che già sapevo: quando penso alla politica penso soprattutto ai valori, all'ideologia. E la grande differenza tra il PD (IdV) ed il PS è proprio sui valori e sull'ideologia.
Ho scelto di sostenere i Socialisti proprio perchè sono più vicini sotto questi due punti di vista.

Comunque guardando i risultati per capire le posizioni dei vari partiti ho notato che alla domanda sul conflitto di interessi oltre ad essere vicino al PS ed al PD sono vicino alla Lega. Ovvero la Lega è favorevole a "rendere incompatibili incarichi di governo con la proprietà o la gestione di aziende che hanno una posizione dominante nell'economia nazionale". E come fa a stare con Berlusconi?

P.S. come spiega Corriere.it, molte posizioni dei partiti sono state prese dalla risposte che i partiti stessi hanno dato alle domande. Non tutti i partiti hanno risposto ed in quei casi gli ideatori del sito hanno dedotto le loro posizioni analizzando al meglio i loro programmi. Sapete quali sono i partiti che non hanno risposto? Il PD, l'UDC e la Destra (che ha inviato solo risposte spurie)
Si legge su Corriere.it:
Stupisce il silenzio del Pd - supplito dall'analisi del programma elettorale - che inizialmente si era reso disponibile a partecipare al progetto. Alvino non ha molti dubbi sull'inattesa retromarcia: «Evidentemente non riescono a mettersi d'accordo su alcuni punti del questionario, non riescono a esprimere una posizione unitaria».

Ripenso a quando con GayToday facemmo l'iniziativa "Chiediamoglielo". Veltroni e Bindi non ci risposero. Inizio a pensare che non sia stato perchè eravamo insignificanti, ma perchè il PD, a partire dai suoi dirigenti, non è avvezzo a prendere posizioni ufficiali!

Etichette: ,

posted by Andreas Martini @ 12:11 AM   1 comments
mercoledì, marzo 26, 2008
Irresponsabili e incoscienti
Come spesso succede non ho tempo di scrivere per il blog, ma mi appassiono in discussioni, nei commenti di altri blog.
Ora mi sono "intromesso" nello scambio di lettere tra Mario Cirrito, uno dei responsabili del mensile Babilonia, e Imma Battaglia.

Qui trovate lo scambio epistolare, in calce i miei commenti.
Riporto qui solo il primo:

E' paradossale, secondo me, chiedersi come verremo considerati qualora Grillini non arrivasse al 4% (ci può arrivare indipendentemente dal risultato della lista del PS) e non fare nulla affinché questo non avvenga. Grillini, lo sappiamo, ha commesso tanti, tantissimi errori soprattutto a livello di gestione di contatti e pubbliche relazioni – fondamentali per chi vuole fare politica. Sicuramente, piuttosto che millantarli, si sarebbe dovuto interrogare sulla loro consistenza e, constatata la difficoltà, fare un passo indietro o cercare un confronto diretto con tutti i leader del movimento. Non l’ha fatto, ma questo non ci salva. Lanciare strali, non serve di fronte ai dati di fatto. Il dato di fatto è che Grillini è candidato a sindaco di Roma e che, ci piaccia o no, questo significherà la conta del voto gay.Di fronte a questa realtà è irresponsabile, per chi si propone di creare un movimento unito e quindi forte, non contribuire a questa inevitabile prova di forza. Non si capisce perché piuttosto che concentrare lo sforzo già da ora, si preferisca affossare la cosa, mission impossibile oserei dire – comunque vada ci contano – rimandando il tutto ad un futuro non meglio precisato ed a condizioni favorevoli che piacciano a tutti – altra mission impossibile. Troppo facile e allo stesso tempo incosciente. Del fallimento dell’operazioni potranno gioire in pochi: quelli che hanno intessuto rapporti con i partiti forti, trattando su interessi particolari ed economici (che sono il contrario della lobby). Il rapporto tra mondo politico, ovvero partitico, si continuerà a giocare tutto su quegli interessi. Per il resto la “politica gay” sarà morta e con essa tutte le possibilità di raggiungere obiettivi per tutta la nostra comunità. Quegli stessi obiettivi che dovrebbe avere qualsiasi associazione glbt, ben diversi dagli obiettivi di affermazione e dagli interessi economici.

Etichette: , ,

posted by Andreas Martini @ 9:47 PM   1 comments
lunedì, marzo 17, 2008
Gli affari di Arcigay
Continuo ancora a chiedermi perchè il "CorrierEconomia" abbia dedicato due pagine centrali, con grande richiamo in taglio medio in prima pagina, ai "gay d'Italia" basando tutto sui numeri di Arcigay. La pù grande associazione glbt italiana dovrebbe fare tutto tranne che economia, allora perchè se ne parla su un giornale economico?
Poi leggo nel riquadro dedicato al giro d'affari che ruota intorno del mondo gay italiano, in cui si parla principalmente del colosso Gay.it, che anche "l'Arcigay, con la rete di locali, bar, saune, discoteche, genera attività". Capisco allora perchè i numeri in prima pagina sono tutti su Arcigay: perchè fa "attività", ovvero affari.
Che se fossero affari fatti a livello lobbistico, avrebbe pure un senso che siano gestiti da un'associazione di promozione sociale. Essendo però affari tutti interni, che ruotano intorno a "64 associazioni ricreative affiliate", è difficile comprendere la necessità di un legame così stretto tra un'associazione glbt ed un circuito di attività esclusivamente commerciali.
La questione è annosa e ormai pure abbastanza noiosa. Si potrebbe evitare di parlarne, se non fosse che Arcigay, con cui spesso la comunità glbt italiana viene identificata, sui numeri distorti ci gioca molto e pure, permettetelo, sporco.
Chi glielo va a spiegare al giornalista che i 22mila tesserati di Milano, i 16mila di Roma, i 12mila di Bologna, più altri 120mila nel resto d'Italia, insomma che i 160.000 iscritti a livello nazionale sono semplicemente i frequentatori delle 64 associazioni ricreative e che con la (sedicente) lobby gay non hanno nulla a che fare?
Chi glielo va a spiegare che nel numero delle tessere romane è compequivale a quello di tutto il Lazio, visto che Roma è sede di un comitato provinciale indi regionale perchè l'unico in questa regione? Si potrebbe dire "embè", beh è un numero veramente irrisorio considerati gli abitanti del Lazio!
Chi glielo va a spiegare che a Roma nessuna discoteca (a parte Frutta e Verdura che senza offesa io non considero tale) richiede la tessera Arcigay, e che quindi tutti o quasi quei 16mila sono i clienti di saune e sex club e non dei militanti dell'associazione?

La voglia di fare lobby, come dice il titolo dell'articolo, c'è e cresce. Ma se queste sono le basi (numeriche)... andiamo a scopà in sauna, lì si può fare tanto movimento!


P.S. Ah, poi si dovrebbe spiegare al giornalista che tra Gay.it ed il movimento glbt non c'è una relazione così stretta, quindi non si capisce come possa il portale essere "capofila di un gruppo economico che sta crescendo dentro al movimento omosessuale".

Etichette: , , ,

posted by Andreas Martini @ 10:24 PM   8 comments
venerdì, marzo 07, 2008
Boselli lascia Porta a Porta

Etichette: ,

posted by Andreas Martini @ 1:23 PM   5 comments
lunedì, marzo 03, 2008
Liste PD, la farsa è ufficializzata
Repubblica.it pubblica le liste del PD. Deve avergliele mandate il gran Bettini, ci sono ancora appunti e correzioni a mano.
Comunque, dopo tutte le anticipazioni restano ben poche sorprese. Possiamo giusto commentare le "posizioni" e qualche piccola "variazione".
Da dove cominciamo? Vabbeh, non c'è molto da dire quindi ce la caviamo in poche righe.

Paola Concia c'è. Alla Camera, in Puglia, decima. Ce la farà? Alle scorse elezioni con premio di maggioranza per il centrosinsitra entrarono 14 deputati solo dell'Ulivo. Il premio di maggioranza alla Camera è veramente in forse per il PD. Si conferma sempre più che la sua possa essere una candidatura specchietto per le allodole.

Ivan Scalfarotto c'è. Pure lui. In Lombardia I, quindicesimo posto. Non c'è bisogno di molti commenti.

Sergio Lo Giudice, non pervenuto.

I nostri eroi glbt ce la faranno? Dubito fortemente. E sinceramente non mi dispiace più di tanto, anzi!


Ho spulciato tutte le liste al Senato per vedere se l'amica della Concia è candidata. Scorro e riscorro, mi annoio e lascio perdere. Inizio a sperare che l'abbiano trombata, finalmente. E invece no, Corriere.it mi dà la soluzione: la Binetti sarà candidata alla Camera. Terza in Lombardia II. Matematicamente eletta.
Candidati anche tutti gli altri 4 teodem.
E pensiamo pure che i cattolici del PD non si limitano a quei 5.

La farsa è ufficializzata.

Ci diranno che è colpa di noi antagonisti che non abbiamo mai sostenuto i nostri compagni glbt nel PD?

Ce lo diranno, ma io non avrò mai sensi di colpa, anzi!



P.S. mi fanno notare che c'è candidato anche un altro esponente del nostro movimento. Omero Fabio, al Senato, in Friuli, quinta posizione. Per chi non lo sapesse (non lo sapevo manco io) Omero è stato ex presidente dell'Arcigay Trieste, segretario nazionale nei primi anni 90, segretario dei DS della sezione triestina e consigliere provinciale. Un illustre sconosciuto insomma.
Al Senato, lo sappiamo, il premio di maggioranza è su base regionale. Prodi nel 2006 in Friuli non lo ebbe e anche con il premio di maggioranza ne entrano tre. Matematicamente non eletto.

P.P.S. Al Senato in Veneto, seconda in lista, c'è un nome conosciuto ai romani: Maria Pia Garavaglia. Vicesindaco uscente, è stata al Family Day 2, quando in molti sono andati a solidarizzare con Ratzinger censurato alla Sapienza. (Per la cronaca è stata anche ministro alla Sanità nel governo Prodi). Insomma, un volto nuovo! Se poi ricordiamo il suo ruolo non indifferente giocato nel "caso" registro unioni civili a Roma....

P.P.P.S C'è anche Andrea Benedino. Camera, Piemonte, dodicesimo. Stesso ragionamento per Scalfarotto, se poi ci mettiamo che con il premio di maggioranza del 2006 ne entrarono 9 (per l'allora ulivo)....

Etichette: , , , ,

posted by Andreas Martini @ 11:23 PM   4 comments
domenica, marzo 02, 2008
Ditele che male ha fatto....
Ma che male ha fatto la Tatangelo? Tanto osannata all'inizio, seconda e fischiata alla fine.
La canzone non è piaciuta e l'Italia moralista non ha apprezzato nemmeno la sua vita sentimentale.
In entrambi i casi c'entra sempre lui, Gigi D'Alessio, autore della canzone e compagno della piccola Anna.
La canzone non è piaciuta, oggetto di critiche della comunità gay stessa, della quale solo poche eccezioni l'hanno gradita. Derisa con già almeno due cover, quella di Elio e le storie tese al dopofestival e quella di oggi a Quelli che il calcio. Derisione sottile quest'ultima: testo completamente rifatto con frasi fatte, stereotipi e luoghi comuni.
A me, sinceramente, le frasi del ritornello piacevano, per il resto ammettiamolo era pieno di stereotipi e di quel compassionevole vittimismo che non riusciamo proprio a toglierci di dosso.

Che dire poi dei fischi dopo "Gigi ti amo" se non che se lo sarebbe potuto risparmiare?
Visto il tono della canzone poteva cavarsela con un "ciao mamma" e invece....
Però diciamolo pure che un pò meno moralisti non farebbero male a questa Italia. Saranno cazzi loro e delle persone che hanno tradito? Bah...
A morte gli stereotipi, ma a morte anche il moralismo!

Etichette: , ,

posted by Andreas Martini @ 3:23 PM   8 comments
Chi sono

Name: Andreas Martini
Home: Roma, Italy
About Me: Andreas Martini è uno pseudonimo, ma non sono "una velata": sono visibile dappertutto, ma per scelte diverse, anche politiche, non lo sono su questo blog e nella rete. 26enne, 100% orgoglioso abruzzese, 100% innamorato di Roma, la città che dal 2000 mi ha adottato. Laureato in Scienze della Comunicazione, giornalista praticante. Il mio blog è il mio impegno nella lotta per i diritti civili glbt. C'è anche attivismo vero: sono iscritto all'associazione di ispirazione socialista Rosa Arcobaleno e alla Federazione dei Giovani Socialisti.
  • Profilo, email, contatto MSN
  • Chi sono (il mio primo post)
  • Perchè lo pseudonimo
  • Blogs
  • Alba Montori
  • Anellidifumo
  • Chiara Lalli
  • ConsorzioManzetti
  • Cristiana Alicata
  • Disorder
  • Famiglia Fantasma
  • Fate
  • Fine delle Danze
  • FireMan
  • GlitterLifeStyle
  • Lampi di pensiero
  • La Voce Libera
  • Leppie
  • NanoMondano
  • NeroInchiostro
  • Psikiatria80
  • QueerBlog
  • Rikkardino
  • Sky's Blog
  • SpiceBoy
  • Teo in America
  • Une belle histoire
  • VillageBlog
  • Previous Post
    Archives
    Copyright

    I contenuti inediti (articoli, foto, video, etc.) di questo blog, che siano opera del suo autore, sono pubblicati sotto una licenza Creative Commons. Se riprodotti altrove, la loro paternità va attribuita specificando il nome dell’autore e il titolo di questo blog, e inserendo un link all’originale o citandone l’indirizzo. I commenti e ogni altro contenuto inedito qui ospitato sono di proprietà dei rispettivi autori. I contenuti già editi altrove sono di proprietà dei detentori dei relativi diritti.

    Counters



    Locations of visitors to this page

    BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

    Template by

    Free Blogger Templates

    BLOGGER