Gay al voto!

Coming soon

I miei video
Top posts
Sostengo
Tribute
lunedì, marzo 17, 2008
Gli affari di Arcigay
Continuo ancora a chiedermi perchè il "CorrierEconomia" abbia dedicato due pagine centrali, con grande richiamo in taglio medio in prima pagina, ai "gay d'Italia" basando tutto sui numeri di Arcigay. La pù grande associazione glbt italiana dovrebbe fare tutto tranne che economia, allora perchè se ne parla su un giornale economico?
Poi leggo nel riquadro dedicato al giro d'affari che ruota intorno del mondo gay italiano, in cui si parla principalmente del colosso Gay.it, che anche "l'Arcigay, con la rete di locali, bar, saune, discoteche, genera attività". Capisco allora perchè i numeri in prima pagina sono tutti su Arcigay: perchè fa "attività", ovvero affari.
Che se fossero affari fatti a livello lobbistico, avrebbe pure un senso che siano gestiti da un'associazione di promozione sociale. Essendo però affari tutti interni, che ruotano intorno a "64 associazioni ricreative affiliate", è difficile comprendere la necessità di un legame così stretto tra un'associazione glbt ed un circuito di attività esclusivamente commerciali.
La questione è annosa e ormai pure abbastanza noiosa. Si potrebbe evitare di parlarne, se non fosse che Arcigay, con cui spesso la comunità glbt italiana viene identificata, sui numeri distorti ci gioca molto e pure, permettetelo, sporco.
Chi glielo va a spiegare al giornalista che i 22mila tesserati di Milano, i 16mila di Roma, i 12mila di Bologna, più altri 120mila nel resto d'Italia, insomma che i 160.000 iscritti a livello nazionale sono semplicemente i frequentatori delle 64 associazioni ricreative e che con la (sedicente) lobby gay non hanno nulla a che fare?
Chi glielo va a spiegare che nel numero delle tessere romane è compequivale a quello di tutto il Lazio, visto che Roma è sede di un comitato provinciale indi regionale perchè l'unico in questa regione? Si potrebbe dire "embè", beh è un numero veramente irrisorio considerati gli abitanti del Lazio!
Chi glielo va a spiegare che a Roma nessuna discoteca (a parte Frutta e Verdura che senza offesa io non considero tale) richiede la tessera Arcigay, e che quindi tutti o quasi quei 16mila sono i clienti di saune e sex club e non dei militanti dell'associazione?

La voglia di fare lobby, come dice il titolo dell'articolo, c'è e cresce. Ma se queste sono le basi (numeriche)... andiamo a scopà in sauna, lì si può fare tanto movimento!


P.S. Ah, poi si dovrebbe spiegare al giornalista che tra Gay.it ed il movimento glbt non c'è una relazione così stretta, quindi non si capisce come possa il portale essere "capofila di un gruppo economico che sta crescendo dentro al movimento omosessuale".

Etichette: , , ,

posted by Andreas Martini @ 10:24 PM  
8 Comments:
  • At 10:22 AM, Anonymous Paolo said…

    Arcigay è infatti l'associazione degli imprenditori gay, quindi che ne parli il Sole 24 Ore ha del tutto senso.
    Piuttosto, questo è il risultato dei decenni di gestione della stessa da parte del sor Grillini, quello candidato a Roma con il PS (quelli che volevano candidare Mastella).

     
  • At 1:29 PM, Anonymous FamigliaFantasma said…

    Il commento di Paolo mi risulta incomprensibile...

    Piuttosto: sai il nome del giornalista? Lo si può contattare? Sai se l'articolo è reperibile on line?

    Ciao ciao !
    Gian Mario
    Gian Mario

     
  • At 5:31 PM, Blogger Los 3novios said…

    Purtroppo è la solita vecchia arroganza dell'arcigay nel pretendere di rappresentarci tutti. E per farlo non esita a sgomitare di brutto. Persegue la sua politica ignorando totalmente il pensiero delle varie anime glbt e quasi sempre infatti è fallimentare. L'impressione a volte è che sia più interessata al potere economico che ai diritti di tutti.

     
  • At 7:54 PM, Blogger Andreas Martini said…

    Paolo, a parte farti notare che l'articolo è su CorrierEconomia (allegato settimanale del corriere della sera), vorrei che mi spiegassi su che basi l'Arcigay sarebbe un'assocazione di imprenditori.
    Mi sembra che le cifre per quanto distorte parlino chiaro: 44 comitati provinciali, 114 oganizzazioni territoriali e 64 associazioni ricreative.
    Poi è chiaro fin dal titolo che anche io considero l'AG un'associazione commerciale ma partendo da altre considerazioni.

    Non so quanti anni tu abbia, ma io conosco solo l'AG sotto la gestione Lo Giudice, che ricordiamocelo l'ha guidata dal 1997 al 2006 e ricordiamoci che in questo decennio per lungo tempo è stato segretario nazionale Mancuso, che tra l'altro si occupava proprio delle tessere e dell'allora circuito uno.
    ORa se tu mi dici che la politica economica di Ag dipenda dalla gestione Grillini ci posso pure stare, ma che c'entra con il fatto che ora il PS lo candidi a sindaco di Roma? (mi rimane ancora più oscuro l'off topic su mastella... ma quando si vuole fare polemica si utilizza tutto)

     
  • At 7:57 PM, Blogger Andreas Martini said…

    Gian Mario, l'articolo lo trovi su gaynews: http://www.gaynews.it/view.php?ID=77292
    ma è solo una parte manca il riquadro su gay.it, sui locali arcigay e altri imprenditori gay.

    Gli articoli sono di Giusi Ferre' e Maria Silvia Sacchi.

     
  • At 9:34 PM, Anonymous Anonimo said…

    I pezzi dovrebbero essere questi:
    http://www.corriere.it/edicola/economia.jsp?path=TUTTI_GLI_ARTICOLI&doc=GAY10
    http://www.corriere.it/edicola/economia.jsp?path=TUTTI_GLI_ARTICOLI&doc=GAY10aa
    http://www.corriere.it/edicola/economia.jsp?path=TUTTI_GLI_ARTICOLI&doc=BOX10
    http://www.corriere.it/edicola/economia.jsp?path=TUTTI_GLI_ARTICOLI&doc=GIUSY10

    Corrierino

     
  • At 9:47 AM, Anonymous Paolo said…

    L'Arcigay è una associazione di imprenditori e non di privati cittadini, perchè è il modo con cui gli imprenditori di attività per gay possono pagare uno sputo di tasse: se tu hai un circolo riservato ai soci, paghi come circolo e non come attività commerciale, tu hai mai avuto la ricevuta quando vai in discoteca? Infatti, i 200mila iscritti Arcigay sono gente che è iscritta per questo motivo, l'accesso al locale, non per altro.
    A riprova, a Roma ci sono decine di migliaia di tesserati, ma alla fine Arcigay Roma è in mano a Marrazzo, uno che nemmeno i suoi apprezzano ma non hanno trovato uno di meglio.

    Per il PS, la candidatura di Grillini è strumentale a raccattare voti, esattamente come quella di Mastella. Se poi tu sai spiegarmi cosa c'entra Mastella (quello che su DiCo e norme anti omofobia ha fatto cascare il governo) con un partito che parla di diritti civili...Comunque l'ho scritto più in dettaglio sul mio blog, qui non vorrei ripetermi :)

     
  • At 12:27 PM, Anonymous Paolo Colonna di Tom said…

    Il problema sta tutto nella grave decisione, da parte di Arcigay, di calcolare le tessere del circuito ricreativo come tessere dell'associazione.

    Noi sappiamo benissimo che il 95% dei frequentatori dei locali fa la tessera semplicemente perché è costretto a farla per poter entrare in una sauna o in un bar gay (è assurdo, e solo in Italia è così), e di Arcigay non gliene importa assolutamente nulla: se sulle tessere ci fosse il simbolo di Forza Nuova o il bollino Chiquita la farebbero comunque, pur di entrare.

    Lo sanno benissimo anche quelli di Arcigay, e ciononostante conteggiano indistintamente tutte le tessere come dell'associazione.
    Tutti gli altri, compreso il giornalista del Corriere, non lo sanno. La colpa non è loro però. È la stessa Arcigay che da anni ci marcia su questo equivoco, vantando un numero di tesserati completamente falsato.

     
Posta un commento
<< Home
 
Chi sono

Name: Andreas Martini
Home: Roma, Italy
About Me: Andreas Martini è uno pseudonimo, ma non sono "una velata": sono visibile dappertutto, ma per scelte diverse, anche politiche, non lo sono su questo blog e nella rete. 26enne, 100% orgoglioso abruzzese, 100% innamorato di Roma, la città che dal 2000 mi ha adottato. Laureato in Scienze della Comunicazione, giornalista praticante. Il mio blog è il mio impegno nella lotta per i diritti civili glbt. C'è anche attivismo vero: sono iscritto all'associazione di ispirazione socialista Rosa Arcobaleno e alla Federazione dei Giovani Socialisti.
  • Profilo, email, contatto MSN
  • Chi sono (il mio primo post)
  • Perchè lo pseudonimo
  • Blogs
  • Alba Montori
  • Anellidifumo
  • Chiara Lalli
  • ConsorzioManzetti
  • Cristiana Alicata
  • Disorder
  • Famiglia Fantasma
  • Fate
  • Fine delle Danze
  • FireMan
  • GlitterLifeStyle
  • Lampi di pensiero
  • La Voce Libera
  • Leppie
  • NanoMondano
  • NeroInchiostro
  • Psikiatria80
  • QueerBlog
  • Rikkardino
  • Sky's Blog
  • SpiceBoy
  • Teo in America
  • Une belle histoire
  • VillageBlog
  • Previous Post
    Archives
    Copyright

    I contenuti inediti (articoli, foto, video, etc.) di questo blog, che siano opera del suo autore, sono pubblicati sotto una licenza Creative Commons. Se riprodotti altrove, la loro paternità va attribuita specificando il nome dell’autore e il titolo di questo blog, e inserendo un link all’originale o citandone l’indirizzo. I commenti e ogni altro contenuto inedito qui ospitato sono di proprietà dei rispettivi autori. I contenuti già editi altrove sono di proprietà dei detentori dei relativi diritti.

    Counters



    Locations of visitors to this page

    BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

    Template by

    Free Blogger Templates

    BLOGGER