Gay al voto!

Coming soon

I miei video
Top posts
Sostengo
Tribute
mercoledì, settembre 12, 2007
Mozioni ed omissioni dei senatori
Tornando a casa da lavoro, ascoltando Radio Radicale ho avuto occasione di sentire la diretta della seduta odierna del Senato e , in particolare, gli interventi di 4 senatori: Barbato (Udeur), Paravia (An), Castelli (Lega Nord) e Bianconi (FI).
Non tutti hanno parlato di questioni attinenti alla nostra comunità ma...
Barbato e successivamente la Bianconi hanno riferito di gravi atti di ingiustificata violenza da parte della polizia contro delle famiglie italiane in vacanza in Croazia: pare che un ragazzo di 23 anni sia stato picchiato solo perchè non ha voluto abbassare il volume dello stereo all'interno di un bungalow in un villaggio turistico. Atti sicuramente da condannare, che richiedono l'intervento della Ministero degli Esteri e le dovute giustificazioni del governo croato.
Entrambi i senatori hanno posto l'accento e l'enfasi sulla violazione dei diritti umani da parte di un Paese che si candida ad entrare nella Comunità Europea. Ma non è altrettanto grave e quindi da condannare il pestaggio subito da due ragazzi gay italiani che camminavano mano nella mano? Non è pure questo un atto che denuncia l'intolleranza ed il mancato rispetto dei diritti umani? Non meritava anche questo episodio di essere richiamato e denunciato in aula e anche per questo richiesto l'interessamento da parte del Ministero degli Esteri?
Semplice dimenticanza di Barbato e della Bianconi? A vedere il loro partito di appartenenza direi proprio che è colpevole omofoba omissione.

Il senatore di Alleanza Nazionale è intervenuto, invece, su un episodio che ci riguarda direttamente. Ha espresso infatti solidarietà all'Arma dei Carabinieri ingiustamente accusata, anche da tre ministre (Pollastrini, Bindi, Turco), di aver agito omofobicamente contro due ragazzi gay che lo scorso 26 luglio si stavano baciando nei pressi del Colosseo. Caso che non credo sia necessario ricordare, noi tutti lo conosciamo, anche perchè molto diffuso sugli organi di stampa nazionali. I quali ci hanno anche informato che i ragazzi sono stati rinviati a giudizio perchè dall'inchiesta risulta che stavano avendo un rapporto orale e quindi un atto osceno in luogo pubblico.
Proprio subito dopo la diffusione della notizia della denuncia ho avuto occasione di parlare con uno dei due ragazzi ed anche con sui amici intimi che mi hanno confermato che fu veramente solo un bacio. E non posso che credergli. Ma, tornando all'azione dei Carabinieri ed all'intervento del senatore Paravia, siamo così sicuri che se fosse stata una coppia etero si sarebbe finiti davanti al giudice? A detta del senatore l'area intorno al Colosseo è nota già da tempo per la "sporcizia" e per lo scambio di effusioni sessuali. Possibile che fino ad ora solo questi due ragazzi siano stati denunciati? Possibile che, vista la diffusione di queste pratiche in quell'area, i Carabinieri abbiano notato solo quel caso?

Infine l'intervento di Castelli e torniamo ad allontanarci dalle questioni che ci riguardano più direttamente ma non del tutto. Il senatore della Lega Nord ha ricordato e chiesto maggiore chiarezza sull'episodio di pestaggio ed arresto di alcuni europarlmentari, tra cui Borghezio, che partecipavano ad una manifestazione anti-islamica a Bruxelles. Manifestazione vietata dal sindaco della capitale belga perchè era pericolosa dal punto di vista dell'ordine pubblico.
Mi è subito venuto in mente che il sindaco di Mosca aveva vietato il Gay Pride nella capitle russa per lo stesso identico motivo. Ci fu la protesta di alcuni europarlmentari e parlamentari di varie nazionalità, tra cui i nostri Cappato e Luxuria, che fu repressa allo stesso identico modo della polizia belga.
Entrambi gli episodi sono gravi e contro la libertà d'espressione. Ma quando Cappato e Luxuria subirono la violenza della polizia russa non c'è stata da parte dell'opposizione la stessa solidarietà che oggi questa dà a Borghezio. A Mosca i nostri parlamentare secondo qualcuno della CdL se l'erano cercata perchè stavano violando una disposizione del sindaco; ricordiamoci però che il sindaco moscovita aveva proibito il Gay Pride non la manifestazione di protesta contro questa decisione. Infatti gli attivisti gay russi accompagnati da alcuni parlamentari stavano andando a consegnare delle firme a favore del Gay Pride, non stavano partecipando al Pride.
Borghezio stava partecipando proprio alla manifestazione non autorizzata.
Insomma, tutti hanno la libertà di esprimere la propria opinione, attraverso manifestazioni, o solo alcuni?

Etichette: , , ,

posted by Andreas Martini @ 6:57 PM  
2 Comments:
  • At 10:59 PM, Blogger Paolo said…

    Ma, veramente, secondo te due carabinieri si mettono ad arrestare due che si baciano? Dichiarando il falso su un verbale, che disgrazia per loro esce un testimone sono nei guai fino al collo? E i cambi di versione dei due per cui prima sono fidanzati poi no, prima avrebbero avuto casa in cui andare poi no, non ti insospettiscono? E ti pare che due gay di 30 anni debbano appartarsi perchè si vergognano a baciarsi fuori dal Coming out?

     
  • At 11:16 PM, Blogger Andreas Martini said…

    Obiezioni, le tue, Paolo, più che condivisibili e che non ho messo in discussione nemmeno nel mio post. Mi sono solo chiesto, anche banalmente rispetto alle risposte già da da altri, se si fossero comportati allo stesso modo per delle effusioni sessuali, più o meno esplicite, di una coppia etero.
    Solo sull'ultima dissento. Il fatto che io mi metta in un posto isolato non significa che lo faccia perchè mi vergogni. Ci sono tanti altri motivi per cercare un pò di "intimità".

    E ti pongo un'altra domanda: ma, veramente, secondo te due ragazzi montano un caso come questo avendo la coscienza sporca? Due ragazzi, pur se visibili, che vantaggi avrebbero ad esporsi così tanto? Credi che non abbiano pensato a cosa significa mettersi contro le forze armate?

     
Posta un commento
<< Home
 
Chi sono

Name: Andreas Martini
Home: Roma, Italy
About Me: Andreas Martini è uno pseudonimo, ma non sono "una velata": sono visibile dappertutto, ma per scelte diverse, anche politiche, non lo sono su questo blog e nella rete. 26enne, 100% orgoglioso abruzzese, 100% innamorato di Roma, la città che dal 2000 mi ha adottato. Laureato in Scienze della Comunicazione, giornalista praticante. Il mio blog è il mio impegno nella lotta per i diritti civili glbt. C'è anche attivismo vero: sono iscritto all'associazione di ispirazione socialista Rosa Arcobaleno e alla Federazione dei Giovani Socialisti.
  • Profilo, email, contatto MSN
  • Chi sono (il mio primo post)
  • Perchè lo pseudonimo
  • Blogs
  • Alba Montori
  • Anellidifumo
  • Chiara Lalli
  • ConsorzioManzetti
  • Cristiana Alicata
  • Disorder
  • Famiglia Fantasma
  • Fate
  • Fine delle Danze
  • FireMan
  • GlitterLifeStyle
  • Lampi di pensiero
  • La Voce Libera
  • Leppie
  • NanoMondano
  • NeroInchiostro
  • Psikiatria80
  • QueerBlog
  • Rikkardino
  • Sky's Blog
  • SpiceBoy
  • Teo in America
  • Une belle histoire
  • VillageBlog
  • Previous Post
    Archives
    Copyright

    I contenuti inediti (articoli, foto, video, etc.) di questo blog, che siano opera del suo autore, sono pubblicati sotto una licenza Creative Commons. Se riprodotti altrove, la loro paternità va attribuita specificando il nome dell’autore e il titolo di questo blog, e inserendo un link all’originale o citandone l’indirizzo. I commenti e ogni altro contenuto inedito qui ospitato sono di proprietà dei rispettivi autori. I contenuti già editi altrove sono di proprietà dei detentori dei relativi diritti.

    Counters



    Locations of visitors to this page

    BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

    Template by

    Free Blogger Templates

    BLOGGER