Gay al voto!

Coming soon

I miei video
Top posts
Sostengo
Tribute
venerdì, giugno 29, 2007
38 anni fa lo Stonewall. Ricordando Sylvia Rivera
Nelle prime ore del 28 giugno 1969, nello Stonewall Inn, storico locale gay di New York, è nato il movimento di liberazione gay.
I racconti su quello che è successo quella notte sono vari e diversi ma la versione più accreditate è che una transgender abbia tirato una bottiglia alla polizia che stava compiendo l'ennesima incursione violenta della polizia nel locale. Dopo quel gesto tutti gli altri presenti, preso coraggio, hanno cominciato a reagire ai poliziotti e ne sono nati i "moti di Stonewall", durati alcuni giorni.

"Solo nella prima notte vennero arrestate 13 persone e vennero feriti quattro agenti di polizia, oltre a un numero imprecisato di dimostranti. Si sa comunque che almeno due dimostranti vennero picchiati selvaggiamente dalla polizia (Duberman, pp. 201-202). Bottiglie e pietre vennero lanciate dai dimostranti che scandivano lo slogan "Gay Power!".La folla, stimata in 2.000 persone, battagliò contro oltre 400 poliziotti.
La polizia inviò rinforzi composti dalla Tactical Patrol Force, una squadra anti-sommossa originariamente addestrata per contrastare i dimostranti contro la Guerra del Vietnam. Le squadre anti-sommossa arrivarono per disperdere la folla, ma non riuscirono nel loro intento e vennero bersagliate da pietre e altri oggetti. Ad un certo punto si trovarono di fronte a una fila di drag queen che le prendeva in giro cantando:
We are the Stonewall girls
We wear our hair in curls
We wear no underwear
We show our pubic hair
We wear our dungarees
Above our nelly knees!
("Siamo le ragazze dello Stonewall / abbiamo i capelli a boccoli / non indossiamo mutande / mostriamo il pelo pubico / e portiamo i nostri jeans / sopra i nostri ginocchi da checche!")"

[da Wikipedia]

Dicevo degli inizi della rivolta. Qualcuno disse che la prima transgender a tirare la bottiglia fu Sylvia Rivera. Lei stessa al World Pride del 2000 ha raccontato, a Porpora Marcasciano, che non fu la prima, ma la seconda!
Per anni dopo lo Stonewall, la Rivera è stata dimenticata ma al ventesimo anniversario di quella rivolta, finalmente riuscì a prendere la parola e disse: Al festeggiamento del 20 anniversario della rivolta di Stonewall, riuscendo a fatica a prendere la parola, ricorda che: «La scintilla della rivoluzione, l'abbiamo iniziata noi checche, travestiti e puttane. Dove stavate voi, che eravate nascosti allora e venite a raccogliere gli allori adesso, di una rivolta della quale non avete alcun merito?».

Sylvia Rivera ci ha lasciato nel 2002, con una preziosa eredità: il nostro Pride!




Buon Pride a tutti!

Etichette: ,

posted by Andreas Martini @ 1:26 PM  
1 Comments:
  • At 2:49 PM, Anonymous manu manù said…

    bellissimo post
    Rivera ha ragione. Dobbiamo ringraziare i trans, le checche e le puttane se il movimento gay è quello che è. Gli altri gay "non visibili" preferivano stare a casa, magari a sposarsi, a vivere nella mensogna e afare il gioco della società dei normali.

    Sicuramente anche io non avrei fatto molto se non ci fosse già una base di movimento gay alle spalle...

    E poi si sa...Anche Roma è nata grazie ad una Prostituta ;-)

     
Posta un commento
<< Home
 
Chi sono

Name: Andreas Martini
Home: Roma, Italy
About Me: Andreas Martini è uno pseudonimo, ma non sono "una velata": sono visibile dappertutto, ma per scelte diverse, anche politiche, non lo sono su questo blog e nella rete. 26enne, 100% orgoglioso abruzzese, 100% innamorato di Roma, la città che dal 2000 mi ha adottato. Laureato in Scienze della Comunicazione, giornalista praticante. Il mio blog è il mio impegno nella lotta per i diritti civili glbt. C'è anche attivismo vero: sono iscritto all'associazione di ispirazione socialista Rosa Arcobaleno e alla Federazione dei Giovani Socialisti.
  • Profilo, email, contatto MSN
  • Chi sono (il mio primo post)
  • Perchè lo pseudonimo
  • Blogs
  • Alba Montori
  • Anellidifumo
  • Chiara Lalli
  • ConsorzioManzetti
  • Cristiana Alicata
  • Disorder
  • Famiglia Fantasma
  • Fate
  • Fine delle Danze
  • FireMan
  • GlitterLifeStyle
  • Lampi di pensiero
  • La Voce Libera
  • Leppie
  • NanoMondano
  • NeroInchiostro
  • Psikiatria80
  • QueerBlog
  • Rikkardino
  • Sky's Blog
  • SpiceBoy
  • Teo in America
  • Une belle histoire
  • VillageBlog
  • Previous Post
    Archives
    Copyright

    I contenuti inediti (articoli, foto, video, etc.) di questo blog, che siano opera del suo autore, sono pubblicati sotto una licenza Creative Commons. Se riprodotti altrove, la loro paternità va attribuita specificando il nome dell’autore e il titolo di questo blog, e inserendo un link all’originale o citandone l’indirizzo. I commenti e ogni altro contenuto inedito qui ospitato sono di proprietà dei rispettivi autori. I contenuti già editi altrove sono di proprietà dei detentori dei relativi diritti.

    Counters



    Locations of visitors to this page

    BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

    Template by

    Free Blogger Templates

    BLOGGER