Gay al voto!

Coming soon

I miei video
Top posts
Sostengo
Tribute
mercoledì, ottobre 18, 2006
Egemonia e supremazia: dal congresso nazionale di Arcigay.
Non ho molto tempo per scrivere, sono in partenza (il blog potrebbe non essere aggiornato fino a fine settimana), ma qualche cosa sul Congresso nazionale di Arcigay dello scorso weekend bisognerà pure dirlo. Non sono usciti atti - alla faccia della trasparenza verso tutti i suoi soci e le sue socie - ma solo questo comunicato della segreteria nazionale:

Un comitato Arcigay in ogni provincia!

Leggetevelo. Ora leggetevi questa definizione tratta dal De Mauro Paravia:

egemonìa
s.f.

CO supremazia economica e politica di uno stato su altri estens., predominio culturale, intellettuale, commerciale.


è forse utile conoscere anche quest'altra definizione:

supremazìa
s.f.
CO superiorità, predominio assoluto: s. economica, esercitare una s. in ambito tecnologico, l’esercito nemico ha dimostrato una netta s., la s. della nostra squadra è indubbia.


Che poi l'egemonia, di per sè, non è sempre negativa. Può essere una lecita ambizione. Diciamo però che una scelta del genere, in questo periodo, da Arcigay, è... guerrafondaia!
posted by Andreas Martini @ 12:31 PM  
7 Comments:
  • At 1:05 PM, Anonymous Rikkardino said…

    ok, siamo al delirio di onnipotenza altro che egemonia...se fossi ancora quel rifondarolo movimentista e terrorista di qualke anno fa non esiteri a definirli fascisti, ma ahimè l'età avanza... A parte gli scherzi, mi sembra di intuire che si vuole creare un unico grande ombrello di nome Arcigay... esattamente tutto ciò che si era denunciato con Gli stati generali... COme risponderanno el associazioni locali?

     
  • At 3:22 PM, Anonymous phen75 said…

    Guarda caso nel comunicato non si dice niente riguardo a tutti quei soci (ovvero quasi tutti) che si tesserano non nei circoli politici ma nei locali Uno/Arcigay. Ho sentito dire (ma necessito di ulteriori approfondimenti) che saranno automaticamente conteggiati come soci del circolo politico della città di residenza (addirittura nemmeno di quella dove hanno fatto la tessera....).
    Certo, in questo modo si farebbe presto a simulare un radicamento territoriale nazionale capillare.

    In ogni caso, mi fa sempre più sorridere la contraddizione stridente, a mio parere ovviamente, fra la politica pseudoperbenista di Arcigay tutta pacs e il circuito dei locali con darkroom che le procurano soci e quattrini...

     
  • At 5:17 PM, Anonymous FireMan said…

    la modifica delle tessere UNOCard in tessere "politiche" fu oggetto di congresso qualche anno fa, ho cercato documenti inerenti e non ne ho trovati per cui non c'è traccia scritta di come ando a finire la faccenda, ma gironzolando per i siti delle varie ARCI locali - ad esempio Antinoo di Napoli - nello spazio relativo al tesseramento non si fa alcuna distinzione tra tessere "scoperecce" e tessere "politiche" pertanto penso che l'assimilazione, zitti zitti, l'abbiano fatta e possono cosi vantare le migliaia di iscritti...

    FM

     
  • At 5:45 PM, Anonymous disorder said…

    Certo che su questa faccenda del numero e tipo di tessere si deve sempre andare a supposizioni....magari l'ipotesi di FM è sbagliata, ma allora perchè Arcigay non ha mai chiarito pubblicamente la situazione?

     
  • At 6:03 PM, Anonymous phen75 said…

    L'assimilazione tra tessere UNO e Arcigay è effettivamente avvenuta qualche anno fa. Rimanevano diverse le immagini sulla tessera ma venivano considerate esattamente allo stesso modo, su questo sono sicuro.
    Credo invece che con la nuova redistribuzione territoriale si faccia un passo in più, ovvero attribuire gli iscritti ai circoli provinciali non sulla base di dove si tesserano ma di dove risiedono.
    Per intendersi se uno studente fuori sede di Messina che vive a Roma da anni va in un locale di Roma, al circolo politico Arcigay di Messina risulterebbe un iscritto in più, il che sinceramente mi sembrerebbe un po' una forzatura...
    Vorrei trovare conferme su questo, anche se sono abbastanza sicuro.

     
  • At 8:16 PM, Blogger Andreas Martini said…

    Confermo, sulla base della mia esperienza personale, l'ultimo commento di phen75.
    Avevo la vecchia unoclub poi mi regalarono quella "politica", ma all'atto di rinnovarla - a settembre - mi hanno fatto pagare come una qualsiasi unocard (14euri) mentre quella politica prima costava di più.
    Confermo anche la distribuzione territoriale. La conferma è sul sito dell'arcigay non so se sulla sezione statuto o su quella tesseramento.

    Disorder io propendo per la linea fireman e per chi supponeva "magheggi" per dimostrare il radicamento sul territorio.

     
  • At 10:52 PM, Blogger Andreas Martini said…

    Update: Non trovo nemmeno io conferma del cambiamento di tessere ma quasi sicuro per il caso peronale che ho descritto. Per la distribuzione territoriale si legga invece l'articolo 10 dello statuto.

     
Posta un commento
<< Home
 
Chi sono

Name: Andreas Martini
Home: Roma, Italy
About Me: Andreas Martini è uno pseudonimo, ma non sono "una velata": sono visibile dappertutto, ma per scelte diverse, anche politiche, non lo sono su questo blog e nella rete. 26enne, 100% orgoglioso abruzzese, 100% innamorato di Roma, la città che dal 2000 mi ha adottato. Laureato in Scienze della Comunicazione, giornalista praticante. Il mio blog è il mio impegno nella lotta per i diritti civili glbt. C'è anche attivismo vero: sono iscritto all'associazione di ispirazione socialista Rosa Arcobaleno e alla Federazione dei Giovani Socialisti.
  • Profilo, email, contatto MSN
  • Chi sono (il mio primo post)
  • Perchè lo pseudonimo
  • Blogs
  • Alba Montori
  • Anellidifumo
  • Chiara Lalli
  • ConsorzioManzetti
  • Cristiana Alicata
  • Disorder
  • Famiglia Fantasma
  • Fate
  • Fine delle Danze
  • FireMan
  • GlitterLifeStyle
  • Lampi di pensiero
  • La Voce Libera
  • Leppie
  • NanoMondano
  • NeroInchiostro
  • Psikiatria80
  • QueerBlog
  • Rikkardino
  • Sky's Blog
  • SpiceBoy
  • Teo in America
  • Une belle histoire
  • VillageBlog
  • Previous Post
    Archives
    Copyright

    I contenuti inediti (articoli, foto, video, etc.) di questo blog, che siano opera del suo autore, sono pubblicati sotto una licenza Creative Commons. Se riprodotti altrove, la loro paternità va attribuita specificando il nome dell’autore e il titolo di questo blog, e inserendo un link all’originale o citandone l’indirizzo. I commenti e ogni altro contenuto inedito qui ospitato sono di proprietà dei rispettivi autori. I contenuti già editi altrove sono di proprietà dei detentori dei relativi diritti.

    Counters



    Locations of visitors to this page

    BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

    Template by

    Free Blogger Templates

    BLOGGER